il Porto della costa degli Etruschi

Il Porto di Cecina, una storia di nautica dal sapore antico

Sono gli anni ‘60, quando un gruppo di 40 appassionati inizia ad immaginare un approdo sicuro, un attracco per piccoli natanti sul fiume Cecina, con l’obiettivo di organizzare e regolamentare l’approdo delle imbarcazioni evitando l’attracco selvaggio e malsicuro e, al tempo stesso, valorizzando il patrimonio paesaggistico. La volontà di concretizzare questo sogno si esprime con la fondazione del Circolo Nautico Foce Cecina, una realtà che si impegnò a realizzare un camminamento in legno lungo la sponda del fiume e di promuovere fin da subito alcune attività sportive legate al mare, ancora oggi attiva nella vela, canottaggio, immersioni e pesca sportiva. Nel corso degli anni l’Associazione si è impegnata per migliorare l’ambiente e i servizi offerti nel rispetto della natura incontaminata di questi luoghi e dare spazio alla voglia di mare dei cecinesi e dei numerosi turisti che frequentano questo territorio.

A partire dagli anni ‘90, si inizia ad immaginare un vero e proprio porto turistico, e così nel 1995 un gruppo di 10 consiglieri propone la creazione di una S.p.a. ad hoc, tale da proporsi come imprenditore ed effettuare gli investimenti necessari per la realizzazione di questo sogno. Viene così fondata la società del Porto di Cecina Spa, nel corso degli anni il progetto prende forma e nel marzo 2012 hanno inizio le attività per la costruzione del Porto di Cecina. Una struttura all’avanguardia che vede, per la prima volta in Europa nell’ambito di un Porto turistico soluzioni di energie rinnovabili nel completo rispetto dell’ambiente circostante.

Il Porto di Cecina rappresenterà un approdo ideale con i suoi 800 posti barca in grado di accogliere imbarcazioni fino a 40 metri con a disposizione un cantiere nautico perfettamente attrezzato, un porto a secco e numerosi posti auto. Non solo, la struttura vuole anche essere centro di commercio e socializzazione a cielo aperto, con grandi spazi e moderne infrastrutture per vivere il mare: appartamenti, esercizi commerciali, bar, ristoranti, un centro benessere, aree per expo e convention, un circolo nautico ed un albergo di categoria superiore.

Oggi i lavori sono in corso di realizzazione, attualmente è stato creato il nuovo bacino portuale in area privata oltre ad un bacino con relative opere di difesa a mare in area demaniale, per un totale complessivo di 650 posti barca sino a 28 metri, a fare da sfondo, lo splendido scenario della spiaggia e della pineta di Marina di Cecina, dove la maremma e la Costa degli Etruschi iniziano a mostrare la loro immensa bellezza, a due passi dall’arcipelago toscano.

Come raggiungere il Porto di Cecina

In treno: la stazione FS di Cecina dista dal Porto circa 20 minuti a piedi o 10 minuti tramite bus urbano (linea 1), con treni Alta Velocità per Roma Termini, Livorno, Pisa, Genova, Torino.

In aereo: l’aeroporto Galileo Galilei di Pisa dista circa 50 Km dal Porto di Cecina. E’ facilmente raggiungibile in auto in circa 45 minuti percorrendo l’Autostrada A12/E80.

In auto: il Porto di Cecina è facilmente raggiungibile sia provenendo da nord che da sud percorrendo la SS1 Aurelia e proseguendo per l’uscita Cecina centro.

Visita, Esplora e Gusta

Benessere e Natura

Situato nel cuore della Costa degli Etruschi, il Porto di Cecina, rappresenta l’approdo ideale per raggiungere alcune tra le bellezze più note della Toscana: le isole dell’Arcipelago, le rinomate città d’arte come Firenze, Pisa, Siena e gli antichi borghi di San Gimignano e Volterra. Lunga circa 90 km, la Costa degli Etruschi è l’approdo ideale per chi sogna una vacanza immerso nei colori e i profumi del Mediterraneo dove il mare è il vero protagonista, premiato con la Bandiera Blu e altri importanti riconoscimenti dovuti alla pulizia delle acque e alla qualità dei servizi e dell’ambiente. Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano è il più grande parco marino d’Europa; secondo il mito, sono le perle della collana di Venere cadute in mare ad aver formato questo affascinante dedalo di isole. Il parco, comprende tutte le sette isole principali (Capraia, Elba, Giannutri, Giglio, Gorgona, Montecristo e Pianosa) e dista da Cecina circa 40 mn, permettendo al visitatore in pochissime ore di navigazione, di vivere un’esperienza unica, grazie alla diversità paesaggistica e culturale che le caratterizza. In ogni stagione questo tratto di costa offre ai visitatori magnifici scenari: mare limpido, borghi medievali ed oasi protette che contribuiscono a rendere unico questo territorio. La Costa degli Etruschi è un ambiente incredibilmente ricco per gli amanti della natura che potranno trovare ristoro nelle numerose pinete che contornano le spiagge, mentre per gli sportivi immersioni, windsurf e vela sono solo alcuni degli sport praticabili grazie alle particolari condizioni climatiche e agli efficienti servizi come le scuole di vela, i circoli nautici e i numerosi e ben organizzati punti di approdo.

Arte e Cultura

La cosiddetta Costa degli Etruschi si estende tra Livorno e Piombino, in un susseguirsi di splendide località di mare: Castiglioncello, Quercianella, Rosignano, Cecina, Bibbona, Marina di Castagneto e San Vincenzo. La costa deve il suo nome all’antico popolo degli Etruschi, che ha popolato la Toscana tra il IX e il I secolo a.C. È una terra ricca di storia e tradizioni e le testimonianze di questa antica popolazione sono rintracciabili ovunque, come ad esempio nel Parco archeologico di Baratti-Populonia dove sorgeva la città etrusca e romana di Populonia, nota fin dall’antichità per l’intensa attività metallurgica legata alla produzione del ferro che gli stessi Etruschi estraevano dalla vicina Isola d’Elba. Numerose opere d’arte di villanoviani, etruschi e romani possono essere ammirate negli altri musei della Costa degli Etruschi, come quelli di Rosignano Marittimo, Cecina e Piombino, dove è esposto il famoso Relitto del Pozzino. La nave, carica di anfore per olio e vino, ceramiche dipinte, coppe di vetro e antichi strumenti chirurgici, fu ritrovata a poche centinaia di metri dalla costa di Baratti nel 1973. Un luogo dove l’antico si sposa con la modernità è certamente Venturina, collocata sulla Strada Aurelia, la città testimonia il suo antico passato grazie alla presenza delle terme etrusco romane di Caldana famose per le preziose acque ricche di zolfo, alcali e terra che arrivano a toccare i 36° C. La sorgente era utilizzata dagli Etruschi a scopo terapeutico anche se furono i Romani a sfruttare maggiormente le proprietà curative di quest’acqua. Tappa obbligatoria di questo tour tra arte e cultura è senz’altro Pisa, autentico scrigno ricco di tesori: Piazza dei Miracoli, patrimonio dell’UNESCO, la Torre Pendente e il Camposanto che offrono ai visitatori la perfezione architettonica dello stile romanico pisano ricco di motivi classici, paleocristiani, lombardi e orientali. Nata per volontà dei Medici nel 1606 è la città di Livorno con la sua celebre Fortezza Vecchia, che rappresenta il simbolo cittadino e permette al visitatore un affascinante viaggio nel tempo lungo i canali medicei, navigando all’interno del perimetro della città del ‘500.

Buono a sapersi

La cucina Toscana è senza dubbio una delle più ricche e variegate della penisola costituita, principalmente di piatti e dolci tradizionali che mantengono inalterata la loro preparazione da molti anni. Primo fra tutti il pane, quasi sacro per questa popolazione che fin dall’antichità ha trovato il modo di utilizzarlo, anche raffermo, nelle proprie ricette ancora oggi molto diffuse come la panzanella, il pancotto e la ribollita, piatti tipici di una cucina del recupero, che richiamano alla mente la mentalità umile e parsimoniosa di una cultura contadina. Si narra infatti, che le contadine del tempo ne cucinassero grandi quantità perché potesse essere “ribollito” nei giorni successivi aumentando di gusto proprio grazie alle numerose cotture. Quando si parla della cucina toscana è impossibile non citare gli insaccati e i formaggi, come il pecorino toscano: quello di Pienza e quello maremmano i più famosi, mentre tra i formaggi molli troviamo la ricotta ed il raveggiolo. I salumi più noti sono quelli di Cinta Senese, realizzati con le carni del tipico maiale nero allevato sulle colline senesi. La tradizione culinaria prevede inoltre l’utilizzo di carni bianche e selvaggina, provenienti dalla classica aia del podere, da sempre considerati i piatti delle grandi feste. Una su tutte la famosissima “fiorentina”, realizzata con carni di razza Chianina, tipica della Val di Chiana, il cui nome deriva dal particolare taglio e dalla cottura, rigorosamente al sangue. Infine grande spazio ai dolci, dove spiccano i famosi dolci senesi come il panforte, i ricciarelli, i cavallucci e la zuppa del duca, più comunemente chiamato tiramisù.

Intrattenimento

Il Porto di Cecina si trova in una posizione ideale per partire alla scoperta delle numerose iniziative ed eventi che arricchiscono il territorio toscano. Per tutto l’anno un ricco calendario avvolge la regione animandola con feste, sagre e rievocazioni storiche. Come non citare il famosissimo Palio di Siena, storica ed appassionante corsa di cavalli che si tiene in Piazza del Campo nei mesi di luglio ed agosto, durante la quale le contrade della città si contendono il “drappellone”, palio dedicato alla Vergine Maria. Nei giorni che precedono l’evento nelle vie della città si assiste alle cene di festeggiamento riservate ai contradaioli che, prima della corsa, organizzano un corteo per le vie del centro e che termina proprio nella piazza centrale. Sempre in estate nel mese di giugno si festeggia a Firenze il santo patrono: Giovanni Battista, la celebrazione è anticipata dal Calcio Storico, una combinazione di calcio, rugby e lotta libera. I giocatori, vestiti in abiti cinquecenteschi, rappresentano i quattro quartieri storici della città, la manifestazione si conclude con gli spettacolari fuochi d’artificio che si possono ammirare dalle rive dell’Arno. In inverno invece immancabile è il Carnevale di Viareggio, uno dei più famosi d’Italia, carri allegorici in cartapesta, maschere e giochi pirotecnici inebriano le settimane che precedono il mercoledì delle ceneri. All’interno del Marina invece tra aprile e maggio si svolge il Cecina boat Festival, la fiera dedicata all’esposizione e alla vendita di barche a vela e motore, una festa per tutta la famiglia che racconta il mare in tutte le sue sfumature tra la pittoresca pineta ed il fascino della Costa degli Etruschi.

Visualizza le nostre tariffe

Servizi Nautici

  • Assistenza all’ormeggio
  • Acqua ed energia elettrica in banchina (da 16 a 63 Ampere)
  • Distributore carburante
  • Servizi igienici e docce
  • Servizio Meteo
  • Vigilanza 24h/24
  • Videosorveglianza

Servizi agli Ospiti

  • Club Nautico Foce Cecina
  • Ristorante “Pescecotto”
  • Bar “Il Porticciolo”
  • 500 parcheggi auto scoperti
  • Rete Wi-Fi
  • Scuola vela e canottaggio
  • Diving Center
  • Vendita di pesce al dettaglio

Assistenza Tecnica

  • Cantiere nautico con rimessaggio all’aperto
  • Porto a secco con servizio terra/mare
  • Alaggio e varo
  • Riparazione motori
  • Interventi elettronici, idraulici e velici
  • Rimessaggio
  • Lucidatura e verniciatura
  • Veleria specializzata
  • Trattamento antivegetativo e antiosmosi
  • Arredamento nautico
  • Altri servizi (pratiche nautiche, rinnovi RINA, etc.)

Entra in contatto con noi


Consenso Privacy
Selezionando "Acconsento" autorizzerà la Società al trattamento dei Suoi dati in conformità dell’art. 13 GDPR 679/2016. Il consenso è necessario per l’inoltro della Sua richiesta, diversamente la Sua richiesta non potrà essere inviata.Leggi il testo completo.

Dati Tecnici

  • Orario di accesso: continuo
  • Coordinate GPS: 43°18′,9 N 10°29′,15 E
  • Max LOA: 28 m.
  • Pescaggio: 3,5 m. a livello medio mare (all’ingresso 4,5 m.)
  • Radio: VHF Canale 9
  • Fondale marino: sabbioso
  • Venti: maestrale
  • Traversia: W – SW

Località “Porticciolo”
Cecina, LI, 57023
Toscana, Italy
Phone: 0586 620602
Fax: 0586 622765
Email: info@portodicecina.it

Desideri un’offerta personalizzata per il tuo posto barca?

Dati aggiornati sulle previsioni metereologiche